CAMPANELLI D’ALLARME – probabile evoluzione di un DSA


Molti genitori quando giungono in studio, mi domandano se era possibile accorgersi prima delle probabili difficoltà del loro bambino. 
Prima di tutto è fondamentale non colpevolizzarsi e pensare al passato, ma piuttosto iniziare da subito un percorso di collaborazione, necessario per la riuscita di una presa in carico il più funzionale possibile. 
Questo articolo ha l’intento di riassumere brevemente i segni di un probabile sviluppo di DSA, con la speranza di riuscire a cogliere per tempo eventuali difficoltà e accompagnare i bambini nel loro percorso di crescita. 

QUALI SONO I CAMPANELLI D’ALLARME? 

  • Eventuale presenza di familiarità per DSA.  
    E’ importante ricordarsi di difficoltà o fatiche nello studio di un familiare, tenendo presente che fino a qualche anno fa, non vi era molta conoscenza sui DSA e spesso i bambini venivano etichettati come poco motivati e distratti.  
  • Presenza di difficoltà comunicativo-linguistiche
    Un ritardo di linguaggio o un disturbo fonologico possono essere alcuni segnali. 
    Se il bambino fatica a dire le prime parole o a 4, 5 anni ha un eloquio poco comprensibile o non riesce a produrre alcuni suoni è meglio confrontarsi con un professionista. 
  • Comparsa di difficoltà nelle competenze motorio-prassiche come la difficoltà nel disegno, una strana impugnatura della matita o il fastidio alla mano durante attività come il colorare. 
  • Presenza di difficoltà nelle competenze uditive come la discriminazione dei singoli fonemi (suoni). 
  • Difficoltà nelle competenze visuo-spaziali, ad esempio difficoltà a riconoscere la stessa forma orientata in modo differente o a separare la figura dallo sfondo 

Con l’inizio della scuola oltre agli aspetti già citati bisogna prestare particolarmente attenzione se il bambino commette numerosi errori, fatica e confonde le lettere, i numeri e i suoni, mostra lentezza, si distrae facilmente, è svogliato o sembra dimenticarsi sempre tutto (il diario è vuoto o con compiti incompleti). 
Qualora vi accorgeste dell’eventuale presenza di uno di questi segnali è bene monitorarli, confrontarvi con le insegnanti e segnalarlo a un professionista, affinché sia possibile un approfondimento valutativo tempestivo. 
 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

www.pilloledilogopedia.it - tutti i diritti riservati